.
Annunci online

mottolacivica il blog mottolese dell'ecologia urbana e sociale
Da "Nasce ... un albero!"
post pubblicato in spazi pubblici, il 13 novembre 2014

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. CEA alberi verde pubblico pineta

permalink | inviato da ecolo il 13/11/2014 alle 17:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Nasce ... un albero! terza edizione
post pubblicato in iniziative, il 4 novembre 2014
           

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. verde pubblico

permalink | inviato da ecolo il 4/11/2014 alle 15:36 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Un cuore verde per Mottola!
post pubblicato in iniziative, il 28 gennaio 2014
           
Ancora un'iniziativa verde per il verde mottolese ... con amore!

 
Con la collaborazione del CEA di Mottola, l'Associazione Vento di Terra e Fugo Studio vogliamo costruire un cuore per San Valentino, interamente fatto di alberi. La "scultura" sarà progettata ed esposta nella centralissima Piazza XX Settembre nei giorni a cavallo della ricorrenza che festeggia gli innamorati, dopodiché verrà spostata nella pineta "Spallone" dove gli alberelli saranno piantati nel terreno e la verde figura romantica reste...rà visibile a tutti e per sempre.
Chiederemo il patrocinio al Comune di Mottola, ma è chiaro che i protagonisti di questa iniziativa resteranno i mottolesi, innamorati e non, fidanzati o single, grandi e piccini. Chi vorrà potrà richiedere una targhetta con una dedica per l'occasione o per la persona amata. A tutti verrà chiesto un contributo di soli 10 euro, quale costo della pianta. Al resto, ovvero alla piantumazione e cura dei giovani alberelli, ci penseranno i giovani volontari che vogliono rivedere la pineta Spallone più verde di prima.
Abbiamo pochi giorni a disposizione, per cui cerchiamo di offrire la massima collaborazione nel diffondere l'iniziativa e, ovviamente, aderiamo in massa. Un regalo originale per la persona amata e' un'occasione da non lasciarsi sfuggire. Le quote potranno essere versate a Vito Gentile e Gaetano Leogrande.
Condividete e partecipate in massa, sono certo che non ci deluderete!
 

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. verde pubblico

permalink | inviato da ecolo il 28/1/2014 alle 17:53 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
Per la prima volta (dopo 20 anni dalla Legge!)
post pubblicato in buone notizie, il 3 maggio 2013

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. verde pubblico piantumazione

permalink | inviato da ecolo il 3/5/2013 alle 15:6 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Caro Ecolo, ti scrivo...
post pubblicato in spazi pubblici, il 24 maggio 2012
  

Caro Ecolo,

sono un cittadino che abita da 7 anni nel nuovo quartiere Sacro Cuore.

Ieri affacciandomi dal mio balcone e guardando il paesaggio mi chiedevo: ma è possibile che in questo quartiere abitato da più di 2000 persone, di cui molte famiglie giovani con bambini, non c’è una piccola area a verde!
Nè tantomeno una panchina dove sedersi e guardare i bimbi giocare! Nè tantomeno un albero! Sì, non volevo crederci: non c’è nemmeno un albero!



Non è vergognoso per la nostra società?

Come possiamo sensibilizzare i nostri figli a rispettare la natura quando dalle nostre case vedono solo terra polverosa e cemento!

Dopo 10 anni di storie fantasiose, quanto tempo dovrà ancora passare per rendere più verde e vivibile questa città?

Con questo, voglio sensibilizzare la nuova Amministrazione affinchè ogni bambino abbia un albero e si possa vederli crescere insieme.

Sicuro di un tuo interessamento all’argomento, ti ringrazio per ciò che fai e ti saluto
affettuosamente.

Michele Ciccone


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. verde pubblico

permalink | inviato da ecolo il 24/5/2012 alle 16:29 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
I PINI DI VIALE TURI
post pubblicato in spazi pubblici, il 8 febbraio 2012


Siamo ancora qui a parlare dei Pini di Viale Turi. Si, perchè nonostante le numerose decisioni in merito a questi alberi da parte dell'Amministrazione comunale,"... ora li tagliamo, poi no..., li potiamo..., li sistemiamo, etc...",oggi questi alberi rappresentano un vero e proprio pericolo per la comunità, sia pedoni che automuniti, ma anche residenti nelle abitazioni vicine.


Questa mattina, a seguito di condizioni atmosferiche avverse, neve, vento e pioggia, diversi rami degli alberi in questione sono caduti sul fondo stradale, o/e divenuti pericolanti, tant'è che si è reso necessario interdire il passaggio delle auto su di una corsia di Viale Turi, così come mostrato nelle immagini seguenti.












Nei giorni scorsi abbiamo assistito a diversi lavori di potatura sui pini di Viale Turi, ma stranamente questi hanno riguardato solo alcune piante, 10 in tutto, e solo in due punti del viale, come si può ben notare dalle foto che seguono.






Ad un primo ed incompetente sguardo non si legge una motivazione logica su questa scelta di sistemare solo alcune piante, per cui non rifiuteremmo un chiarimento dai tecnici o politici che hanno preso tali decisioni.

Nel frattempo, ci preme far notare che i Pini in Viale Turi sono estremamente pericolosi, alcuni per le inclinazioni dei fusti, ma tutti gli altri per la folta e trascurata chioma che crea una base ampia per la neve o il vento, eventi questi in grado di far spezzare i rami o, peggio ancora, far cadere l'intera pianta.


Sia ben chiaro, MottolaCivica non sta chiedendo, ne paventa assolutamente l'ipotesi di tagliare le grosse piante che da anni contraddistinguono, rendendolo caratteristico ed unico, Viale Giuseppe Turi, ma risulta necessario ed indispensabile un lavoro di potatura che metta in sicurezza i cittadini e le abitazioni adiacenti, salvaguardando nel contempo la natura e il verde cittadino.


Il sindaco di Mottola, circa due anni fa,  quando nacque per protesta il gruppo Facebook "Salviamo i Pini di Viale Turi" in seguito ad un presunto progetto di abbattimento delle storiche piante di pino, ebbe a dire, tramite un comunicato stampa, che quelle piante sarebbero state solo potate e nessuna abbattuta.

A due anni di distanza solo 10 piante sono state potate e diverse sono state totalmente abbattute, ma la gran parte non ha ricevuto alcun "restauro".


Una chioma sfoltita, specie se privata di tutte le pigne e rami secchi che soggiacciono da anni, avrebbe un duplice effetto. In primis sulla sicurezza della popolazione e poi, un verde curato dà un'immagine al paese ben diversa da quella odierna ove, nonostante i lavori effettuati sul Viale e le nuove piante di leccio messe a dimora, lo stesso viale appare trasandato e sintomatico di un paese che arranca e che non investe a sufficienza nel verde pubblico.


Per MottolaCivica


Gaetano Leogrande
Verde "al verde" e traffico "trafficone"
post pubblicato in spazi pubblici, il 7 luglio 2011
Pubblichiamo due link che riportano a articoli apparsi in questi giorni su mottolasplinder su tematiche molto care a MottolaCivica:

gli spazi pubblici e la viabilità
http://mottola.splinder.com/post/24882587#comment


il verde pubblico
http://mottola.splinder.com/post/24882355#comment

Ecolo
VESTITA DI NERO E' DECISAMENTE PIU'... "ELEGANTE"
post pubblicato in spazi pubblici, il 22 giugno 2011


 Cominciata ufficialmente nel pomeriggio di lunedì 20 Giugno 2011 la stagione degli incendi mottolesi. Ironia della sorte si è cominciato proprio nel centro cittadino, a pochi metri dalle abitazioni ed in uno dei luoghi panoramici di Mottola più suggestivi e ricchi di ricordi per giovani e anziani.
La Rotonda, una terrazza sul mar Ionio che, nelle giornate limpide, permette una visuale che raggiunge i rilievi della Calabria da una parte e il Golfo di Taranto nella sua totalità dall'altra. Sotto di essa una grande distesa di pietre calacaree e un piccolo parco creato solo pochi anni fa.
Alcune panchine, qualche alberello e diverse giostrine, per la modica cifra di 100.000 euro. A tanto ammonta la spesa a carico della comunità mottolese per la realizzazione di questo parco.
 Al di là delle cifre economiche, per le quali non entriamo nel merito, ci risulta davvero inappropriata l'opera di tutela di questo parco cittadino.
Infatti, come si nota dalle foto che seguono,  in un caldo pomeriggio preestivo il fuoco ha avuto tutto il tempo e il modo per espandersi in ogni direzione, fino a raggiungere le strutture del parco e gli alberelli piantati da pochi anni.







Nonostante tutte le opere di prevenzione, con diverse pattuglie antinciendo visibili per le strade mottolesi, il fuoco è riuscito a colpire nel cuore della cittadina mottolese.

Siamo certi che si è fatto tutto il possibile per preservare quel poco di verde che ancora ricopre i nostri territori?

Intanto chi si affaccerà alla rotonda per ammirare il panorama del nostro golfo, riceverà l'ennesimo pugno nell'occhio!

 

Sembra che piaccia più il colore nero del verde, quindi per ora teniamoci il nostro "parco nero"!


Per MottolaCivica,

Gaetano Leogrande

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. incendi rotonda verde pubblico

permalink | inviato da ecolo il 22/6/2011 alle 22:56 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
Quale busta apriamo: la A, la B o la C?
post pubblicato in spazi pubblici, il 7 febbraio 2011

Vi ricordate il gioco di Giancarlo Magalli, "La busta giusta", durante la nota tarsmissione televisiva "I fatti vostri", in onda sulle reti nazionali della R.A.I.?
 
Il conduttore televisivo chiedeva al concorrente telespettatore di scegliere una busta tra tre opzioni "A", "B", o "C" e poi tentava di barattarne il contenuto sconosciuto con l'assegnazione di premi in denaro o materiali. 
A volte, il concorrente rifiutava il contenuto della busta accettando i premi, altre volte, invece, rifiutava il baratto e teneva il contenuto della busta da lui scelto. Spesso, però, all'interno della busta, il concorrente trovava il "vaso cinese", divenuto, nel tempo e nell'ambito di quel gioco, il simbolo della "fregatura".
 
Questo famoso gioco, che allietava le ore prima di pranzo di molte famiglie italiane, mi è tornato in mente, quando sono andato a rileggere un comunicato stampa del Comune di Mottola, emesso un anno fa con l'intento di far chiarezza su di un'aspra e combattuta polemica, riguardo alla nota vicenda dei Pini di Viale Turi. Il comunicato stampa, che vi invito a leggere qui  http://mottola.splinder.com/post/22184596/pini-di-viale-turi-il-comunicato-stampa-del-comune, nella sua parte finale recitava così:

....Per quanto riguarda, poi, gli alberi tagliati qualche anno fa in Via Muraglie per la stessa motivazione, a giorni saranno aperte le buste di gara per l’affidamento dei lavori alla ditta, che, per 28mila euro, non solo dovrà risistemare i marciapiedi di via Muraglie, Viale Turi e via Palagianello, ma provvedere anche ad una nuova piantumazione per rimpiazzare i pini tagliati con alberi o piante, che non creino problemi, nel tempo, ai marciapiedi, conservandone, dunque, intatta la messa in opera.

Si parlava dell'apertura di buste, appunto, ma non si definiva quante fossero, ne cosa ci fosse all'interno, ovviamente. Un po' come il gioco di Magalli.
Una cosa sicura c'era però, ovvero la cifra di 28 mila euro che la ditta appaltatrice si sarebbe aggiudicata per eseguire la lunga lista di lavori, così come da comunicato stampa.
Fra questi lavori, figurava la piantumazione di nuove piante o alberi laddove, qualche mese prima, erano presenti grosse piante di Pino, spiantate per motivi di sicurezza. E giustamente direi, poichè su quella via, che ritengo una delle più affascinanti della nostra collina, poichè rappresenta una terrazza sulle Murge e sulle Gravine, e mi sento di equipararla ad un lungomare di una città marina, ma nelle giornate in cui spira forte il Maestrale o la Tramontana diventa difficile addirittura reggersi in piedi. Quindi, anche piante ad alto fusto, sotto la pressione dei forti venti, avrebbero potuto rappresentare un vero pericolo per l'incolumità dei passanti, dei veicoli e delle stesse abitazioni site molto vicine alle aiuole in cui erano piantati questi alberi.

Così questa mattina, proprio mentre soffiava forte il vento di Maestrale, ho deciso di fare una passeggiata sul "lungomare" mottolese e constatare, magari, anche l'effettiva piantumazione degli alberi o delle piante, annunciate nel comunicato stampa.
Con mio grande rammarico lo spettacolo che i miei occhi hanno osservato è stato davvero desolante.
Come si può notare dalle foto che seguono, le aiuole sono piene di sole erbacce e non una pianta o albero, ad un anno di distanza, è stata posta nelle stesse aiuole.












Secondo quanto apparso su un commento nel blog di Mottola Splinder, a firma di un consigliere comunale, il ritardo è dovuto ad una rinuncia della ditta vincitrice dell'appalto e quindi sono necessari tempi tecnici affinchè si affidi l'appalto alla nuova ditta.
Noi tutti mottolesi ci auguriamo che i lavori, e quindi la piantumazione degli alberi o delle nuove piante, avvenga in tempi brevi e che nella busta non ci sia il "vaso cinese di Magalli".
Il verde mottolese va salvaguardato e non ci sembra che si stia facendo il massimo per farlo.
Infatti, tra incendi e tagli di piante, il verde mottolese sembra diminuire più che aumentare, così come ci si augurerebbe e come qualcuno dice.

Gaetano Leogrande


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. verde pubblico via muraglie

permalink | inviato da ecolo il 7/2/2011 alle 18:1 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
Il nostro Viale Turi
post pubblicato in spazi pubblici, il 22 gennaio 2011

    




















    Viale Turi è una importantissima via di accesso al centro di Mottola. Nel passato rappresentava un percorso obbligatorio per chiunque, che provenendo da nord o dalla S.S. 100, volesse raggiungere il centro cittadino. Negli anni ‘80 venne aperta alla circolazione anche via Marco Polo, il cosiddetto "Stradone sul Cimitero" e una parte del traffico deviò su quest'altra importante via d'accesso al paese.
Lo stesso Viale Turi, oltre ad essere un' importante via stradale, rappresenta anche un punto strategico e panoramico. E' possibile, infatti, affacciandosi su questa via, spaziare con un panorama che abbraccia tutto il versante N-E-SE, ed è possibile osservare gran parte del territorio ove hanno sede le famosissime Gravine, da quelle più note, come quella di Petruscio, a quelle meno, site ai piedi del Bosco di Sant'Antuono.
    
E non finisce qui, perchè Viale Turi è famosa per tutti i mottolesi e resta nel ricordo di coloro che visitano il nostro paese di collina, poiché questa via, per oltre 4/5 della sua lunghezza, risulta costeggiata da una caratteristica ed "interminabile" fila di alberi di Pino di grandi dimensioni, che la rendono unica ed imparagonabile.

    Poco meno di un anno fa sul blog locale di Mottola Splinder si scatenò una guerra a suon di articoli, proclami, chiarimenti e accuse, a seguito di alcuni segnali, con vernice di colore rosso, apparsi su diversi alberi di Pino, e che qualcuno interpretò come segnale per un pronto abbattimento delle longeve piante.
    
Anche sul noto social network Facebook si organizzò un gruppo "Salviamo i Pini di Viale Turi" che contò circa 700 sostenitori.
    
In quei giorni, diverse furono le smentite e le dichiarazioni ufficiali del Sindaco e di tutta l'amministrazione comunale, secondo i quali, quei segnali riguardavano solo piante che a breve avrebbero ricevuto interventi di potatura e di messa in sicurezza.
    
In un commento sul blog Mottola Splinder, a firma dell'allora Consigliere Comunale Ciquera Raffaele si leggeva tra l'altro: "....un progetto studiato e realizzato da questa Amministrazione che prevede innanzi tutto la piantumazione in tutto il territorio di nuovi alberi, anche e soprattutto laddove non ve ne sono, e poi prevede anche la "sostituzione" (e non il solo abbattimento) di alcuni alberi, di cui si rende necessario, per motivi di sicurezza ed incolumità pubblica il loro abbattimento. Infatti su Viale Turi, ma anche in altre strade si rende necessario questo intervento, sia per dare il giusto decoro alla strada, ma anche per sistemare marciapiedi ormai ostruiti nel passaggio da alberi inclinati, ed evitare che queti ultimi arrechino danni ai cittadini e a fili elettrici che passano molto vicini. Inoltre è falsa la notizia di un abbattimento elevato di alberi, infatti è vero esattamente il contrario, e cioè saranno abbattuti pochissimi alberi, proprio quelli più pericolosi, gli altri invece saranno sfoltiti, potati e resi più belli da vedere, per rendere più decorose le nostre strade." (http://mottola.splinder.com/post/22144041#comment)

    E' passato quasi un anno, e di tutti questi interventi annunciati non vi è traccia. E' pur vero, però, che non è stata abbattuta una sola pianta di Pino.
    
Si nota, con immensa soddisfazione che, i marciapiedi del tratto superiore di Viale Turi sono stati dotati di scivoli per disabili, come si evince da queste foto:





    Oggi notiamo, però, lungo la via, un numero troppo elevato di aiuole vuote che in qualche caso sono state addirittura riempite e chiuse con del cemento come dimostrano le foto che seguono:













    In tutto abbiamo contato oltre 30 aiuole vuote e solo alla fine, o all'inizio della via, a seconda del punto di riferimento, si nota un alberello di recente piantumazione.



    Mi sembra davvero un po’ troppo poco rispetto alle dichiarazioni rese dall'allora consigliere Ciquera.
    
Se pensiamo poi, che per costruire un Parco Verde e piantare poche decine di alberi nella ex piazza mercato, si è andati a congestionare la viabilità di accesso al centro cittadino per un giorno alla settimana, viene spontaneo chiedersi se quelle decine di alberi non avrebbero potuto riempire gli spazi idonei e che, ancor'oggi, restano vuoti.
    
Inoltre, ci chiediamo se, durante le annuali feste dell'Albero, non sia il caso di piantumare qualche albero e riempire questi spazi vuoti che, tra l'altro, non sono un gran belvedere.
    
E ancora, perchè non ottemperare, come già ricordato in precedenza su questo blog, alle disposizioni della legge 29 gennaio 1992 n. 113 "Obbligo per il comune di residenza di porre a dimora un albero per ogni neonato, a seguito della registrazione anagrafica”? (http://archivio.ambiente.it/impresa/legislazione/leggi/1992/legge113-92.htm)
    
Inoltre, il tratto "meridionale" di Viale Turi, ovvero quello che dall'incrocio con Via Gramsci porta fino alla 1° rotatoria, risulta in uno stato pietoso per quel che riguarda i marciapiedi. In alcuni punti bisogna star molto attenti a non inciampare nelle fessure apertesi a seguito del sollevamento dei mattoni sospinti dalle radici degli alberi e che restano in attesa di urgenti sistemazioni.










    Questo tratto di via pedonale è di per sè, troppo stretto e, se poi ci aggiungiamo gli alberi inclinati e i marciapiedi dissestati, diventa davvero difficile per i pedoni attraversarlo. Risulta, invece, del tutto inaccessibile per gli invalidi, sia per la mancanza di scivoli di accesso e di uscita sia per la mancanza di spazio utile al passaggio sia per la qualità del suolo, disconnesso in più punti.
    
Non è accettabile un ulteriore silenzio in merito da parte di chi amministra Mottola, poiché Viale Turi rappresenta un biglietto da visita per tutti coloro, turisti o cittadini , che ogni giorno la percorrono e notano segnali di abbandono, incuria e trascuratezza che di certo non fanno bene a nessuno.

    Per cui auspichiamo in tempi brevi, che vengano avviati i lavori previsti dai vari progetti che, se non andiamo errando, avrebbero ricevuto già la necessaria copertura finanziaria.

Gaetano Leogrande


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. viale turi verde pubblico

permalink | inviato da ecolo il 22/1/2011 alle 18:19 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa
Sfoglia ottobre        gennaio