.
Annunci online

mottolacivica il blog mottolese dell'ecologia urbana e sociale
MOTTOLACIVICA INCONTRA L'ASSESSORE ALL'AMBIENTE DEL COMUNE DI MOTTOLA
post pubblicato in iniziative, il 28 aprile 2011



A sei mesi circa dalla nascita del comitato MottolaCivica e a qualche settimana dalla mostra fotografica “Obiettivo su Mottola” l’Assessore all’Ambiente Raffaele Ciquera ha ritenuto opportuno incontrare gli esponenti del comitato per conoscere le testimonianze raccolte in merito ai rifiuti abbandonati in discariche improvvisate, all’incuria e alla mancanza di senso civico segnalata da molti cittadini; l’incontro è avvenuto martedì 26 aprile, nell’ufficio dell’Assessore all’Ambiente; era presente anche il consigliere Ciarella.


Comitato: Sulla base dell’evidente disinformazione da parte di molti cittadini e vista la mancanza di controlli e la totale assenza di sanzioni per i trasgressori, nonostante l’Ordinanza n. 34, il comitato propone una campagna di informazione, della stessa Ordinanza, a partire dalle scuole, già richiesta, tramite lettera firmata da numerosi cittadini, a novembre. Purtroppo in quell’occasione la proposta non fu accolta dall’Amministrazione; come pensa di informare la cittadinanza attualmente?

Assessore: L’Ordinanza n. 34 è un ottimo strumento che va reso esecutivo; ovviamente gli organi preposti al controllo e alle sanzioni sono i Vigili Urbani. Sono convinto che se qualche cittadino fosse multato, quando lascia gli escrementi del proprio cane per strada o abbandona rifiuti speciali, servirebbe da insegnamento per tutta la cittadinanza. Sono favorevole a far partire una campagna di sensibilizzazione nella scuole, già dal primo giorno di scuola, e cioè da settembre prossimo; nel frattempo proporrei, anche avvalendomi della vostra collaborazione, di mettere in atto un progetto per una campagna di sensibilizzazione rivolta alle famiglie, già dall’inizio dell’estate, coinvolgendo anche la Protezione Civile e i Vigili Urbani.

C.: Quando partiremo per una vera raccolta a porta a porta tramite cassonetti più piccoli da dislocare nei condomini, anziché utilizzare i vecchi, ormai malridotti, che tra l’altro occupano parecchio spazio prezioso per i parcheggi, e che in alcuni casi rovinano gli scorci suggestivi del nostro Comune, come ad esempio Largo Chiesa?

Ass.: Partirà tra qualche mese la raccolta a porta a porta, in via sperimentale, nelle zone di nuova costruzione, Sacro Cuore e Zona Ospedale Nuovo, vista la presenza di giovani coppie, probabilmente più attente al rispetto dell’ambiente; per questo in quelle zone verranno rimossi i cassonetti tradizionali, e le famiglie saranno fornite di minicompattatori, nel frattempo saranno monitorate le altre zone del paese per evitare che, togliendo i cassonetti, i cittadini possano andare a lasciare rifiuti in altri quartieri.



C.: Il comitato MottolaCivica denuncia lo stato di degrado in cui versa la Gravina di Petruscio, la Madonna Abbasc’, e, altro luogo da bonificare, sarebbe la zona del Campo Sportivo, attorniato da preservativi, fazzolettini e, dopo le importanti partite, non essendoci cassonetti immediatamente fuori il campo, vengono lasciate bottiglie e altri rifiuti per strada; considerato che è frequentato da associazioni sportive e podisti in allenamento non è sicuramente una condizione igienica ideale: cosa si può fare per questo?

Ass.: Prendo nota per verificare di persona lo stato della Gravina di Petruscio, e mi impegnerò affinché nella zona del Campo Sportivo siano messi un paio di cassonetti immediatamente fuori, e che qualche operatore di tanto in tanto vada a ripulire le strade che circondano il Palazzetto. E anche per la Madonna Abbasc’ provvederò affinché gli operatori ecologici, frequentemente, vadano a rimuovere i rifiuti.

C.: Cosa intende fare l’Amministrazione anche alla luce della legge nazionale che prevede la piantumazione di un albero per ogni neonato anagrafato e che il 21 novembre sarà celebrata la Giornata Nazionale dell’Albero?

Ass.: Questa Amministrazione ha sempre celebrato la Festa dell’Albero, così come si chiamava fino a qualche settimana fa; accolgo volentieri il vostro suggerimento, per cui pianteremo un numero di alberi pari al numero dei neonati nel nostro Comune. In più, io aggiungerei, sarebbe bello se le associazioni, comitati, categorie di lavoratori presenti a Mottola piantassero, in quell’occasione, ognuno un albero.

C.: Mottola è da molti anni zona denuclearizzata, quali passi sta compiendo questa Amministrazione riguardo all’energia rinnovabile?

Ass.: Sono contrario in assoluto al nucleare; Mottola è all’avanguardia per gli impianti fotovoltaici, purché non abbiano scopo di lucro e purché non deturpino il paesaggio. Come Assessore all’Ambiente auspico impianti a biomassa, poiché gli attuali pannelli fotovoltaici, una volta in disuso, andrebbero smaltiti per cui produrrebbero ulteriori rifiuti, questo non accade con gli impianti a biomassa. Attualmente è in atto un bando, che scade il 15 maggio, rivolto agli enti dislocati negli edifici di proprietà del Comune (scuole, mattatoio comunale, ecc.) per installare sui terrazzi pannelli fotovoltaici, per utilizzare energia pulita per il proprio fabbisogno o, eventualmente, quella eccedente, rivenderla; il tutto è pubblicato sul sito del Comune:
http://www.comune.mottola.ta.it/index.php?option=com_content&view=article&id=364:impianti-fotovoltaici-sugli-edifici-del-comune-di-mottola&catid=13:cathp&Itemid=206

www.comune.mottola.ta.it


(Altre iniziative sono in corso per la valorizzazione del Centro Storico e per modificare il regolamento sanitario affinché sia facilitata l’apertura di attività commerciali nella Schiavonia.)

Dopo questo incontro il comitato MottolaCivica e l’Assessore R. Ciquera si ripromettono di rivedersi il 10 maggio alle ore 16.00, alla presenza di altri organi istituzionali, per definire i contenuti della campagna di sensibilizzazione rivolta alle famiglie in tema di educazione ambientale e senso civico che partirà a breve. Per concludere, ricordiamo le parole dell’Assesore R. Ciquera “è importante il ruolo dell'Amministrazione nel tutelare e nel preservare l'ambiente ed il patrimonio tutto in generale, ma è anche vero che basterebbe un po’ di quel "senso civico", che dovrebbe essere in ognuno di noi, per far sì che il nostro Comune fosse veramente il fiore all'occhiello del nostro circondario.”


Per MottolaCivica,

Annamaria Notaristefano e Marisa Fazio



Sfoglia marzo        maggio