.
Annunci online

mottolacivica il blog mottolese dell'ecologia urbana e sociale
Angelo Vassallo e le città del buon vivere
post pubblicato in buone notizie, il 29 novembre 2010
     Oggi, 29 novembre, è un giorno importante per le indagini sull’assassinio di Angelo Vassallo: è stato identificato il “presunto" colpevole (dalle notizie diffuse dalla stampa nazionale). Cosa c'entra mottolacivica? Leggete e scoprirete che ci può riguardare e pure tanto!
Ecolo

    Il 6 settembre tutti gli associati di Slow Food Puglia abbiamo appreso della morte di Angelo Vassallo da una mail inviataci dal presidente regionale dell’associazione con la quale ci invitava a partecipare ai funerali di quell’uomo esemplare, sindaco di Pollica, come esemplare è stato il suo impegno nella rete nazionale di città slow. E Pollica oggi è una bellissima realtà del salernitano, che grazie a cittadini rispettosi dell’ambiente e delle tradizioni ha aderito al movimento internazionale delle “città del buon vivere” come altri Comuni della Puglia, anche se ancora pochi: Cisternino, Trani e Orsara.

“Le Città slow" sono quelle nelle quali:

- si attua una politica ambientale tendente a mantenere e sviluppare le caratteristiche del territorio e del tessuto urbano, valorizzando in primo luogo le tecniche del recupero e del riuso …

- si promuove un uso delle tecnologie orientato a migliorare la qualità dell’ambiente e del tessuto urbano

- si incentivano la produzione e l’uso di prodotti alimentari ottenuti con tecniche naturali e compatibili con l’ambiente, con l’esclusione dei prodotti transgenici, provvedendo, ove sia necessario, alla istituzione di presìdi per la salvaguardia e lo sviluppo delle produzioni tipiche in difficoltà …

- si salvaguardano le produzioni autoctone …

- si rimuovono gli ostacoli fisici e culturali che possono pregiudicare l’utilizzazione piena e diffusa delle risorse della città …”

    Angelo Vassallo, con il suo impegno civile prima e poi con quello politico, si è attivato per donare ai suoi concittadini una città migliore, viene ricordato anche per le sue ordinanze singolarilo scorso gennaio firmò un’ordinanza che prevedeva una multa fino a mille euro per chi fosse stato sorpreso a gettare a terra cenere e mozziconi di sigarette. Un modo per evitare di sporcare il paesaggio di uno dei comuni più caratteristici del Cilento, le cui acque del mare sono state più volte premiate con la Bandiera blu.”

    Della sua scomparsa purtroppo non se ne parla più, che l’esempio del suo buon governo possa essere un insegnamento per tutti.
    
E io mi auguro che un giorno anche la mia Mottola aderisca al movimento internazionale delle “città del buon vivere”, affidando questo augurio alla gente comune, e a tutti quei cittadini desiderosi di essere sempre circondati da civiltà e buon senso.

Per approfondire:
http://www.cittaslow.net/index.php?method=network&action=country&id=1

Marisa Fazio


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. città sostenibili

permalink | inviato da ecolo il 29/11/2010 alle 19:21 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
Sfoglia        dicembre