.
Annunci online

mottolacivica il blog mottolese dell'ecologia urbana e sociale
...ed io pago!!!
post pubblicato in raccolta rifiuti, il 26 marzo 2012

           

 

 

 

In questi giorni di campagna elettorale si sente tanto parlare di raccolta differenziata. C'è chi rivendica i risultati nel corso degli anni in cui ha amministrato, e chi, invece, assicura che negli anni a venire si farà molto per aumentare  la frazione di rifiuto differenziato.

Cerchiamo di capire insieme come stanno le cose oggi.

Leggendo i dati della Regione Puglia, facilmente reperibili a questo indirizzo http://www.rifiutiebonifica.puglia.it/datipercomune.php, possiamo apprendere il dato di raccolta differenziata del nostro comune, che per il 2011 è di poco superiore al 15%, precisamente del 15,344%, addirittura in calo rispetto ai valori degli anni precedenti, quando si raggiungevano valori del 17%.

Per pochi decimali il nostro comune ha rischiato il commissariamento, almeno secondo quando si legge da alcuni comunicati della Regione Puglia: http://www.ecodallecitta.it/notizie.php?id=111246

 

 Per le strade di Mottola non regna di certo la pulizia e i cassonetti spesso traboccano di rifiuti di ogni tipo.

 

 

 

 

 

 

In questa foto scattata in data 20.03.2012 nei pressi della piazzetta ove un tempo si festeggiava l'albero della cuccagna, tra le vie N.Sauro e Via Boccariello. Si può ben notare, al lato destro dei cassonetti, la presenza di residui di potatura del verde pubblico della piazzetta soprastante, che di norma andrebbero smaltiti in altro modo e che invece, anche quelli, finiscono in discarica.

Spesso ci chiediamo, perchè è così importante aumentare la percentuale di raccolta differenziata? Primo per dovere morale di ogni cittadino, per salvaguardare il suo ambiente, il proprio futuro e in particolare quello dei propri figli e/o nipoti. Oggi, però, c'è un motivo in più per farlo e riguarda il portafoglio dei contribuenti pugliesi.

 

La Regione Puglia ha previsto una nuova ecotassa per il 2013. Insomma cambiano i criteri per l'ecotassa che i Comuni versano alle discariche all'atto dello sversamento e che ha riflessi sulla Tarsu, la tassa rifiuti urbani che viene pagata dai cittadini ai Comuni. La manovra avrà effetti fiscali rilevanti per i cittadini, con saldo però pari per le entrate. In particolare le nuove aliquote dal primo gennaio 2013 passerebbero da 0,0150 euro per kg (per i rifiuti solidi urbani non differenziati) a 0,02582 euro per chilogrammo. Si tratta però di tariffe massime per i comuni che non rispettano i quattro indicatori di efficienza previsti dal disegno di legge: l'adeguamento dei contratti di servizio che non raggiungono le percentuali previste di raccolta differenziata, l'elevata qualità della frazione organica raccolta, l'elevata qualità della raccolta imballaggi e l'elevata qualità del sistema di monitoraggio e controllo della raccolta differenziata.

I comuni che non raggiungeranno il 30% di raccolta differenziata pagheranno il massimo (25,82 euro a tonnellata), chi si assesterà dal 30 al 40% con un solo indicatore di qualità pagherà 22,59 euro a tonnellata, chi rispetterà due indicatori pagherà 19,77 euro. A quota superiore del 40% di differenziata, l'aliquota passa a 11,62 euro a tonnellata. Con tre indicatori di qualità, sempre oltre il 40%, si pagheranno soli 5,8 euro. Al raggiungimento del 60% e con tutti gli indicatori a posto, si pagherà solo 2,9 euro a tonnellata: con un risparmio notevole per i comuni e quindi per i cittadini virtuosi. "Ci sarà quindi un fondo - ha proseguito Nicastro - che premia i comuni virtuosi, trasferendovi risorse prese dai comuni non in regola.( fonte
www.alternativasostenibile.it)

 

Si precisa che il monitoraggiodella raccolta e delle percentuali avrà come periodo di riferimento un anno, dal 1 agosto 2012 al 31 luglio 2013. Questo significa che nei prossimi mesi le percentuali del nostro comune saranno prese come riferimento per il successivo calcolo delle aliquote. A riguardo è bene ricordaere che il Nuovo Appalto per la gestione dei rifiuti del Comune di Mottola non è ancora  al capolinea, e sembra si sia inceppato nell'ennesimo groviglio burocratico-amministrativo. Quindi è ben lungi dall'essere attivo sul nostro territorio.

 

Facendo due semplici conti troviamo che il comune di Mottola nel 2011 ha prodotto 5797,76 tonnellate di rifiuti indifferenziati che, ipotizzando la stessa produzione nel 2012, e moltiplicati per il costo unitario della nuova ecotassa, ovvero 25,82 euro (il massimo dell'aliquota visti i risultati scadenti della raccolta differenziata), porta ad un costo totale di quasi 150 mila euro, che il nostro comune dovrà versare per il conferimento in discarica.

Ipotizzando adesso che il comune di Mottola avesse applicato, sin dagli scorsi anni,  dei piani efficienti di gestione  rifiuti con  raccolta differenziata spinta, con un vero porta a porta anche della frazione umida, e avesse raggiunto oggi una percentuale del 60% con i 4 indicatori di qualità previsti. Avrebbe prodotto nel 2011 solo  2739 tonnellate di rifiuto indifferenziato, ed ipotizzando la stessa produzione nel 2012 i conti sono presto fatti: 2739X 2,9 euro= 7943 euro.

Insomma, se i conti sono giusti  e se la matematica non è un'opinione, i contribuenti mottolesi si troveranno a pagare oltre 140 mila euro che una buona politica, mirata ad una raccolta differenziata efficace, fatta di controlli, di incentivi e di sensibilizzazione della cittadinanza, avrebbe di certo potuto evitare.

In tempi di crisi come quelli che stiamo attraversando non credo che alcun amministratore avrebbe avuto il coraggio di sputare su un ricco piatto come questo.

 

 Invito pertanto i tre candidati sindaci a riflettere su questi dati, comprendendo che un buon sistema di raccolta rifiuti fa bene all'ambiente, alle casse comunali e ai portafogli dei cittadini.

Soprattutto non mi permetterà più di fotografare situazioni simili come quella illustrata qui sopra  che tanto male fa ad un paese che vuole emergere anche nel campo del turismo di qualità.

Per Mottola Civica

Gaetano Leogrande

 

 

 

 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. rifiuti raccolta differenziata ecotassa

permalink | inviato da ecolo il 26/3/2012 alle 22:52 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
Sfoglia febbraio        aprile