.
Annunci online

mottolacivica il blog mottolese dell'ecologia urbana e sociale
Uno sconto del 10%!
post pubblicato in buone notizie, il 28 agosto 2014

   foto di Gaetano Leogrande.

       da ViviconStile2.0@Massafra 

Utilizzo una compostiera domestica da oltre un anno e sono assolutamente soddisfatto di aver fatto questa scelta ambientalista. Tutti i rifiuti organici prodotti nella mia famiglia finiscono in questa meravigliosa struttura che, con il contributo di vermi e batteri, produce un ottimo concime per le mie piante.
Al tempo stesso aiuto la mia comunità a pagare meno per il conferimento in discarica e, da quest'anno, il comune di Mottola mi riconoscerà uno sconto del 10% sul pagamento dell'imposta TARI.
Sono a disposizione di chiunque voglia approfondire l'argomento e/o ricevere utili indicazioni per seguire il mio esempio.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. rifiuti senso civico

permalink | inviato da ecolo il 28/8/2014 alle 15:50 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Così non può continuare!
post pubblicato in spazi pubblici, il 20 agosto 2014

Cogliendo lo spunto dalle numerose segnalazioni di alcuni/e iscritti/e al profilo fb de "La Mottola che vorremmo", MottolaCivica ha proposto più volte nella suddetta sede la segnalazione scritta e protocollata delle problematiche che risultano essere per lo più sollevate sulla piazza virtuale come sfogo fine a se stesso e/o denigratorio; a questo, qualche giorno, ha fatto seguito la proposta di recarsi personalmente e in gruppo al Comando dei Vigili Urbani per dare un seguito più concreto alle proteste e alle continue e costanti lamentele sui vari disservizi, che pure sono condivisi e condivisibili.

Saremmo dovuti/e essere qualcuno/a di più (sebbene, in verità, l'incontro è stato fissato tramite i commenti a un post e non in un post apposito), ma ieri, martedì 19 agosto, alle 11.10 abbiamo incontrato prima il vigile Mino Tramonte (sempre disponibile e anche addetto stampa del Comune a titolo gratuito), al quale (avendolo incontrato per strada) abbiamo chiesto si aggiungesse anche l'Assessore Gianni Bello; mentre parlavamo si sono avvicinati il presidente del Consiglio comunale Carlo De Fiori e il vicesindaco Franco Gentile. Dopo un'ora eravamo anche dal Sindaco che, in verità, pensava fossimo lì per l'annosa questione della raccolta dei rifiuti (sulla quale, comunque, ci ha fornito ulteriori ragguagli, anche a seguito dell'incendio che proprio l'altro ieri ha bruciato alcuni mezzi di "Avvenire").

I punti che abbiamo voluto sottoporre all'attenzione erano, però, i seguenti:

1) viabilità e parcheggi selvaggi, assenza di controlli e multe, quindi scarsissima presenza dei vigili urbani;

2) situazioni precarie e pericolose nella villa comunale e nelle Terrazze di Mezzogiorno;

3) affissione arbitraria di manifesti e manifestini (matrimoni);

4) videosorveglianza.

Non è facile riassumere due ore di conversazione (sono in arrivo 29 videocamere da fissare nei punti più critici del paese, si sta provvedendo a inoltrare multe agli sposi protagonisti, loro malgrado, delle affissioni sui cartelli stradali, coinvolgimento sistematico e coordinato di Associazioni e singoli per controlli e simili, ...), ma oltre alla protocollazione per iscritto di tali segnalazioni, attendiamo di essere ricontattati/e per un altro incontro a più voci (il Comandante dei Vigili, per esempio, era in ferie) che dia un seguito più concreto al nostro confronto.

In conclusione, le criticità sembrano essere non tantissime ma di peso: mancanza di fondi adeguati, lentezza dei percorsi burocratici, mancanza di comunicazione interna/esterna sufficiente e efficace, perdita di autorevolezza e ... incompetenza/incapacità/irresponsabilità/scarsa motivazione da parte di parte del personale amministrativo: com'è possibile, per esempio, andare in un Ufficio del Municipio e trovare tutti/e in ferie?

Ci aggiorniamo!

 

 Virginia Mariani

Un tuffo primaverile nel nordest d'Italia
post pubblicato in diario, il 26 marzo 2013
            Ciao! Mi presento per chi non mi conosce: mi chiamo Rosaria, ho trentotto anni e sono di origine mottolese ma vivo in Veneto da dieci anni insieme a mio marito, e precisamente nella provincia di Treviso, dove lavoro come operatrice socio sanitaria in una casa di riposo per anziani. Girovagavo in internet, e per caso mi sono imbattuta in “Ecolo, il nano dell’ecologia”, così ho pensato di dare una testimonianza di quella che è la mia esperienza da emigrata.

La cosa che ho subito notato appena arrivata nel “mitico nordest”, come lo definiscono alcuni, è il rispetto delle regole, dalle cose più banali a quelle più importanti: gli uffici e le attività commerciali rispettano una certa rigidità negli orari di apertura e chiusura, il che da parte di qualcuno potrebbe essere interpretato come “mancanza di elasticità”, ma se ci riflettiamo un attimo, se c’è una regola è necessario rispettarla. Chi è stato in un ufficio o in un negozio tutto il giorno, è giusto che alla fine del turno dica: ”Oggi ho finito”, così come per chi deve usufruire del servizio di un ufficio, è giusto che gli orari siano rispettati per poterne usufruire al meglio.

La sicurezza stradale non è per niente sottovalutata. Da queste parti, dove l’uso della bicicletta è una buona scelta alternativa alla macchina, non è strano vedere un ciclista che di sera indossa un giubbotto catarifrangente per rendersi visibile ai veicoli o i bambini che indossano il casco per fare una salutare ed ecologica passeggiata su due ruote. Inoltre i miei figli di otto e dodici anni hanno da subito interiorizzato il concetto che quando si entra in macchina i bambini devono sistemarsi nel sedile posteriore e sul proprio seggiolino (per chi deve usarlo) e che la prima cosa da fare è allacciarsi le cinture di sicurezza per la propria tutela, non perché se non le hai il vigile ti fa la multa. Questo perché fin dalla scuola materna la sicurezza stradale è uno degli argomenti trattati e approfonditi anche con la visita a scuola dei vigili urbani, i quali spiegano le regole da seguire quando sei in macchina e quando sei a fare una passeggiata (attraversa solo sulle strisce pedonali e sempre tenendo la mano di un adulto, prima di attraversare la strada guarda bene a destra e a sinistra, ecc.).

Veniamo allo smaltimento dei rifiuti: questa è stata per me la vera novità. A Mottola mi limitavo a separare le riviste e le bottiglie di vetro e a buttarle negli appositi cassonetti, ma era una mia scelta e comunque nessuno diceva niente se la raccolta differenziata non veniva rispettata. Qui in Veneto ho avuto il piacere di scoprire la raccolta differenziata col metodo di raccolta “a porta a porta”. Questo metodo consiste nel separare bene i rifiuti (l’umido organico, il secco non riciclabile, vetro, carta, plastica, ecc.), chiuderli in appositi sacchetti, riporre poi i sacchetti nei rispettivi bidoni che andranno posizionati sotto casa due volte alla settimana nei giorni stabiliti. Se non c’è stata una corretta separazione o un adeguato utilizzo dei sacchetti, il bidone non sarà svuotato dai camion dell’impresa ecologica e nei casi più gravi si rischierà di pagare delle sanzioni e questo posso garantirlo poiché ne ho pagata una di circa 200 euro per aver abbandonato dei cartoni in modo inadeguato (era il periodo del trasloco e ancora non avevamo capito il sistema, ma, si sa: la legge non ammette l’ignoranza!). All’inizio che fatica capire i giusti sacchetti da usare e abbinarvi i rifiuti, dividere il secco non riciclabile dall’umido organico (mio marito quando deve buttare qualcosa ancora mi chiede: ”Questo dove va nel secco o nell’umido?”; sappiamo che gli uomini fanno sempre più fatica a capire le cose…), ma poi entri nell’ottica del sistema e diventa tutto più semplice.

Qui si vedono ovunque i cestini “multipli” con il proprio scomparto per la carta, la plastica, il secco e l’umido: si vedono al parco (dove è possibile trovare anche i contenitori per smaltire gli escrementi degli animali domestici dopo averli raccolti con l’apposito sacchetto), in piscina, al centro commerciale…insomma, che tu sia a casa, fuori, o a lavoro, hai la possibiltà di rispettare questa prassi. I cittadini s’impegnano nel separare i rifiuti e lo dimostra il fatto che anche quest’anno il comune di Roncade (dove appunto vivo), è risultato il migliore nella raccolta differenziata.

Un ruolo fondamentale nell’educazione del sistema ecologico senza dubbio ce l’ha la scuola. Così come si parla di sicurezza, come ho detto prima, allo stesso modo si parla anche di salvaguardia e rispetto dell’ambiente, e così come a casa si smaltiscono i rifiuti differenziandoli, lo si fa anche a scuola.

Nelle classi ci sono quattro cestini: per l’umido, per la carta, per il secco e per la plastica morbida (l’involucro delle merendine ecc.). Mia figlia mi racconta che alle scuole elementari tra gli incarichi assegnati ai bambini (aiuto maestro/a, apri-fila e chiudi-fila, distribuzione, annaffiare le piante ecc.) c’è il bambino o la bambina che controlla i cestini dei rifiuti e verifica che lo smaltimento sia avvenuto in modo corretto (in alcune scuole questo incarico è identificato con il nome di “eco studente”). Non è tutto. Mio figlio mi racconta che alle scuole medie esiste addirittura un gruppo che controlla che le classi abbiano smaltito i rifiuti nel modo giusto applicando addirittura un giudizio: cartellino verde, la classe è stata brava; cartellino giallo, ragazzi, cerchiamo di fare meglio; cartellino rosso, proprio non ci siamo….

Io spero di non aver dato l’idea con la mia testimonianza di vivere in una sorta di paradiso terrestre perché non è questo che voglio trasmettere.

Quello che voglio comunicare è solo che fornendo gli strumenti adeguati in ogni situazione, si possono ottenere certi risultati con un po’ d’impegno e con l’idea di seguire la giusta direzione.

Lo so, starete pensando ai servizi di Striscia la Notizia che rivelano tutt’altra cosa, ma non dimentichiamo la teoria dello Yin e dello Yang, e cioè: lo Yang, il colore bianco, la positività; Lo Yin, il colore nero, la negatività; nello Yang è sempre presente una piccola parte di Yin così come nello Yin è sempre presente una piccola parte dello Yang. Ora chiediamoci, dove viviamo? Nella metà dello Yin o in quella dello Yang?

Con questo, cari concittadini e care concittadine, vi lascio ricordandovi la regola delle tre R: riduci, riusa, ricicla. Riutilizzando la roba che abbiamo in casa possiamo ridurre i rifiuti e separandoli è possibile poi riciclarli per vivere in un mondo più pulito. Da Treviso è tutto. Eco saluti a tutti e tutte!


Rosaria Iacobino


 

 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. senso civico raccolta differenziata

permalink | inviato da ecolo il 26/3/2013 alle 16:26 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
"Ce lo contestano!"
post pubblicato in raccolta rifiuti, il 16 marzo 2013
           
Se non fosse per le buste celesti per la carta e la plastica, sebbene a volte sono piene anche di scarti di verdura, può succedere che il vetro, e tutto il resto malamente differenziato poichè contaminato e sporcato da sacchetti di immondizia indifferenziata, "Ce lo contestano e dobbiamo portarlo indietro nella discarica!" Questo quanto appreso da un operatore che ieri 15 marzo si aggirava sconcertato tra i bidoni colorati nel tentativo di riordinare e ripulire. Ma è davvero un lavoro da "Penelope".
 
 

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. rifiuti senso civico

permalink | inviato da ecolo il 16/3/2013 alle 17:9 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Ebbene sì...
post pubblicato in diario, il 4 febbraio 2013

 anch'io sto su fb!
Però non perdo di vista la situazione...




 

Pare, purtroppissimo, che la situazione resterà così per almeno un altro anno: quanto pagheremo in danni all'ambiente, alla salute, alla bellezza del nostro paese... e in tasse?

Ecolo


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. rifiuti senso civico

permalink | inviato da ecolo il 4/2/2013 alle 17:2 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
La storia infinita
post pubblicato in raccolta rifiuti, il 23 novembre 2012













... in compenso, qualche giorno fa, ho visto il proprietario di un cagnolino raccogliere con un fazzoletto di carta il bisognino appena fatto sul marciapiede: sarà per questo che poi è iniziato a piovere?

Virginia Mariani


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. rifiuti senso civico

permalink | inviato da ecolo il 23/11/2012 alle 19:51 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa
Dietro le 'quinte' e non solo: "Che teatro!" 3
post pubblicato in raccolta rifiuti, il 31 ottobre 2012



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. rifiuti senso civico

permalink | inviato da ecolo il 31/10/2012 alle 19:42 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Dietro 'le quinte' e non solo: "Che teatro!" 2
post pubblicato in raccolta rifiuti, il 25 ottobre 2012










In tutto questo i cartoni, che andrebbero opportunamente schiacciati e riposti, hanno una loro utilità nel pronto recupero nelle fresche mattinate di autunno...



Ecolo

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. rifiuti senso civico

permalink | inviato da ecolo il 25/10/2012 alle 16:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
L'insostenibile pesantezza dell'essere...
post pubblicato in raccolta rifiuti, il 2 ottobre 2012
incivili e della mancanza della raccolta dei rifiuti a porta a porta.

 















Dal 25 al 30 settembre, più o meno negli stessi giorni in cui si puliva il mondo...

Ecolo


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. rifiuti senso civico

permalink | inviato da ecolo il 2/10/2012 alle 16:20 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Mentre l'Amministrazione ci informava...
post pubblicato in raccolta rifiuti, il 18 settembre 2012
con i volantini nella buca della posta e con i manifesti attaccati, sebbene strato su strato residuo su residuo, sui cartelloni pubblicitari...











E' una situazione che non ha nè capo



nè coda



e il dilagante e ostinato senso civico che manca fa perdere proprio la testa!




Virginia Mariani

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. rifiuti senso civico

permalink | inviato da ecolo il 18/9/2012 alle 19:52 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Sfoglia luglio        settembre